Spezie per dimagrire: come usarle in cucina

Le spezie, sostanze vegetali generalmente disidratate ricche di oli essenziali, vengono ampiamente utilizzate in cucina per conferire profumo, aroma e fragranza a pietanze dolci e salate.

Oltretutto rappresentano un valido aiuto in fase di dimagrimento perché consentono di seguire un programma nutrizionale senza rinunciare al sapore dei piatti, rafforzano il metabolismo basale, facilitano la digestione, consentono di limitare la quantità di sale e, infine, apportano sali minerali, vitamine, micronutrienti e sostanze antiossidanti 

Grazie al loro sapore intenso, permettono di ridurre notevolmente il quantitativo sodico, contrastando quindi il gonfiore e la ritenzione idrica da esso causato, nonché di regolarizzare la pressione arteriosa, prevenendo quindi patologie come l’ipertensione.

Oggi le spezie, alla portata di tutti, benché meno impiegate di un tempo, conservano intatto il loro fascino e arricchiscono piatti di ogni genere, apportando benefici a livello digestivo, depurativo, termogenico (stimolando la termogenesi si può ottenere un certo controllo del peso), metabolico, antiossidante, diuretico e disintossicante.

Ecco la tabella con le spezie che possono aiutarvi nella dieta: 

SPEZIA  EFFETTO IN CUCINA
Bacche di ginepro Diuretico, antisettico e stomachico (aiuta la digestione). Brasati, marinate. Viene utilizzato nell’affumicatura dei salumi. Ricetta: salmone marinato con bacche di ginepro (10-15 bacche) e limone.
  Cannella Diuretico, sedativo, antiossidante, antibatterico e antisettico. Da recenti studi sembra che aiuti a metabolizzare meglio gli zuccheri. Dolci, piatti di carne, verdura e bevande. Ricetta: gnocchi di zucca con spolverata di cannella.
  Cardamomo Utile in caso di disturbi gastrointestinali, delle vie respiratorie e alitosi. Inoltre accelera il metabolismo.  Carne, dolci e bevande. Ricetta: biscottini al cardamomo (1 cucchiaio di cardamomo in polvere).
  Chiodi di garofano  Analgesico, digestivo, tonificante. Stimola inoltre la circolazione sanguigna.  Arrosti, brasati, bolliti, verdure, salse e biscotti. Ricetta: brasato di manzo al vino rosso e chiodi di garofano (3-4 chiodi di garofano).
  Coriandolo Carminativo (facilita l’espulsione dei gas intestinali e quindi riduce il senso di gonfiore), digestivo, stimolante e antispasmodico  Zuppe, carne, pesce e verdure (in particolare crauti e verze). Ricetta: petto di pollo con verdure e coriandolo (1 cucchiaio) al cartoccio.
  Cumino  Stimola la funzione digestiva, facilita l’espulsione dei gas intestinali e favorisce l’appetito.  Carne, formaggi, legumi, verdure e tisane. Ricetta: polpette di vitello al cumino (1 cucchiaio).
Curry (a seconda del paesi di proveniente: mix di curcuma, coriandolo, cumino, peperoncino, pepe nero, cannella, chiodi di garofano, zenzero, noce moscata e fieno greco)  Antinfiammatorio, antiossidante, rigenerante dei tessuti e della pelle, protettivo del cuore, del cervello e del fegato. Inoltre aumenta la termogenesi per cui aumenta il metabolismo e brucia i grassi.  Zuppe, verdure, carne, pesce e riso. Ricetta: curry (1 cucchiaio) di ceci e verdure
  Noce moscata  Carminativo e digestivo. Attenua disturbi come nausea e vomito.  Purè di patate, verdure gratinate, soufflé, dolci, ripieni e salse. Ricetta: ravioli di zucca al profumo di noce moscata (½ cucchiaino).
  Pepe  Digestivo e termogenico per cui favorisce il dimagrimento stimolando il metabolismo corporeo.  Tutti i tipi di piatti salati. Ricetta: spaghetti cacio e pepe nero (macinato in abbondanza)
Peperoncino Regolatore di intestino, fegato e stomaco. Cardioprotettore e alleato dell’apparato circolatorio. Digestivo, antinfiammatorio e termogenico. Carne, sughi, primi piatti, salumi e formaggi. Ricetta: pesce spada, pomodorini e peperoncino.
Zafferano Antiossidante, sedativo e digestivo. Preparazioni a base di riso, pesce, carne e salse. Ricetta: gamberoni allo zafferano (1 bustina e ½).
Zenzero Stimolante, antinfiammatorio, digestivo, antiossidante. Depura il fegato e il sistema linfatico. Combatte la nausea e il vomito. Stimola il metabolismo corporeo. Verdure, pesce, carne, dolci, salse e tisane. Ricetta: vellutata di carote e zenzero (1 cucchiaio di zenzero fresco pelato e tagliato a julienne finissima).

Quanto zenzero, curry, curcuma etc.. bisogna assumere al giorno o alla settimana per far si che funzionino nella nostra dieta?

Non esistono delle quantità ben definite da assumere giornalmente/settimanalmente. L'importante è che vengano aggiunte in maniera costante all'alimentazione quotidiana.

Risulta fondamentale non abusare delle spezie, in quanto ad alte dosi potrebbero risultare tossiche, ma non solo, prima di assumere ogni spezia, controllare sempre eventuali incompatibilità con determinate patologie (es. gastriche) oppure in certe situazioni di vita (es. allattamento).

Concludendo, rendiamo le nostre ricette più frizzanti e colorate e anche la nostra salute ne gioverà!!

A cura di: 

Dott.ssa Dietista Michela Castellani

Altre pagine che potrebbero interessarti:

Piccola guida alle spezie e alle erbe aromatiche

Le erbe aromatiche

La dieta fitoterapeutica

Gli antiossidanti, che cosa sono? 

Barrette ai cereali fatte in casa: convenienti, genuine, versatili ed ecosostenibili

 

Commenti

Grazie per questi suggerimenti. Forse sarebbe moltro utile abituare anche i piccoli ad usare le spezie invece che criminalizzare l'uso del pepe e del peperoncino fin dalla giovane età. Augusto

augusto - 10/11/2015

Ottimo e semplice aiuto per dare ai cibi un aumentato valore, sia degustativo Che saligare

Fabbi - 28/02/2014

Molto interessante

lucia lucilla - 30/01/2014

Caspita non sapevo che il pepe fosse così utile per la dieta. Peccato che soffro un po' di acidità e quindi il dietologo mi ha detto di moderare pepe e peperoncino. Però ha detto di moderare :D

Paoletto - 27/11/2013

Allora avanti con le spezie! Grazie per questo articolo, molto interessante!

Lara - 27/11/2013

Lascia un commento

L'indirizzo email è facoltativo e verrà utilizzato solo per avvisarti quando ci saranno nuovi commenti su questa pagina